VAAM Vannes Ambrosi: the first silent guitar?

& Dynacord Cora 1965/66

A memoria e fino a prova contraria questa chitarra sembra avere il primato di chitarra senza corpo sulla Dynacord Cora. Spesso abbiamo sentito che la Cora era opera di italiani ma non abbiamo mai trovato nessun particolare costruttivo di origine italiana. Che sia questa bellezza l’oggetto di cui si parla? In Italia la VAAM è famosa ai più per la produzione di radio ed elettronica. Meccaniche ed elettronica la datano come risalente alla fine degli anni 50. Di questa chitarra abbiamo addirittura due esemplari da mostrare!

Dynacord Cora 1965/66

cora21Una delle chitarre più fetish degli anni ’60. Un pizzico di futuristica follia ma anche una intuizione che sarà sfruttata anni dopo per le chitarre da viaggio (silent guitar). Per anni si è detto delle origini italiane di questa chitarra probabilmente fatta in collaborazione con la GEM (Galanti) ma tutto tradisce le sue origine tedesche e non vediamo particolari di sapore italiano. Sicuramente la Dynacord mise in catalogo gli strumenti fatti da Welson. Possiamo però senza dubbio dare alla Vaam il primato di chitarra senza corpo.

Della Cora ne furono fatti circa 100 esemplari in nero e una trentina in rosso. La Dynacord nata neggli anni 40 è sempre stata specializzata in apparati elettronici ed è ancora in attività

http://www.dynacord.com/en/