1962 Élite 40-V, blue sparkle

01

One more splendid rarity from our friend Ugo’s collection (what could we do without him?!), in stunning complete condition as usual! This one shows a further evolution step. No more zero-fret. The set neck and the squared-off end of the fretboard are the last archaic remainders. The mention printed on the headstock rear side is remarkable, it’s rare to find a guitar of this series such displaying its real origin.The bridge (similar to Eko but slightly different) isn’t standard to the series. The control knobs are also of a type that this model normally never has, though they are certainly original. They make sense along with the “Tone” and “Volume” letterings printed on the scratchplate. Those do not appear in the following versions.We have found another Crucianelli from the same sub-series, with all the same particular appointments and a logo that has still to be identified (the Japanese seller claimed it was PANaramic ; really?…).

Real nice with the perloid top gracefully underlined by the slightly protruding black finished back. Vibrato arm missing — hey, this one obviously doesn’t belong to Ugo’s collection!Jack MarchalAncora una splendida rarità dalla collezione dell’amico Ugo (cosa faremmo se non ci fosse lui?!), in condizioni fantastiche e completa come al solito!

Questo esemplare rappresenta uno stadio evolutivo ulteriore. Il tasto zero sparisce. Il manico incollato e la tastiera squadrata all’estremità sono gli ultimi arcaicismi . Notevole la menzione sul retro della paletta, è raro vedere una di queste chitarre dichiarare la propria  origine.

Il ponte (simile a uno della Eko ma leggermente diverso) non è di tipo standard per la serie. Le manopole dei potenziometri sono anch’esse di un tipo che normalmente non appare su questo modello. Però sono certamente originali, essendo accompagnate dalle scritte “Tone” e ” Volume” stampate sul battipenna, che non si rivedranno nelle versioni successive.

Abbiamo trovato una altra Crucianelli della stessa sotto-serie, corredata di tutte le stesse particolarità e dotata d’un logo che resta da identificare (il venditore giapponese diceva che fosse PANaramic; vero?…). Bellissima con il corpo perlinato che sottolinea graziosamente il leggero sbalzo del retro nero. Leva vibrato mancante — si vede che non appartiene alla collezione di Ugo!

Jack Marchal

Crucianelli solidbodies