Fetish in USA

01a

 

Micro-Frets – USA 1967/1974

“I wanted to share some pictures of Micro-frets guitars, made here in the USA–a real American fetish guitar. 

There were only about 2,500 ever made, from the late 60′s to the mid-70′s.

They feature way ahead of their time micro-adjustable nuts and bridges, a compensating vibrato system, some even had wireless transmitters built-in.

Although they’re not european, I think they’d make a great addition to your already excellent site.”

Dante.Lombardi

more Microfrets…

 

Messenger – USA 1968/1971

Ecco una chitarra sottovalutata e misconosciuta ma che ebbe il merito e il primato di introdurre il manico in alluminio dopo Wandré e Jacobacci ma prima di Kramer e Travis Bean. Costruite a San Francisco, queste chitarre contesero alle Micro-Frets il titolo di Wandré americane. Le ragioni non mancano, oltre alla soluzione del manico in metallo è apprezzabile la verniciatura artistica inconsueta per quegli anni di tinte piatte pastello. Notevole la soluzione del manico tutto fuori dalla cassa permesso dall’alluminio. Disponibile anche nella versione 12 corde, e in entrambe l configurazioni, mono o stereo.

Come spesso avviene questa chitarra è ricordata per l’uso che ne fece il chitarrista dei Gran Funk, Mark Farner.

 

Harvey Thomas- USA ’60

Parlando di chitarre fetish non si può tacere delle chitarre costruite da Harvey Thomas sotto il marchio THOMAS CUSTOM GUITARS o semplicemente THOMAS. Il suo modello più celebre e’ la famosa croce maltese ma tutte le sue chitarre trasudano una insana follia. Da oggi c’e’ un sito per conoscerlo meglio:

 

Veleno – USA ’60

Una pietra miliare delle chitarre in alluminio (e feticiste). Una quantità esagerata di endorser attirati da queste meraviglie in tiratura limitata. tre i modelli, la classica doppia spalla mancante con rubino sulla paletta, la piccola traveler e la esoterica ANKH. Inutili altre parole quando si hanno a disposizione questi link: