Wandré

Antonio Vandrè Pioli nasce a Cavriago il 6 giugno del 1926 e muore nell’agosto del 2004.  La peculiarità di Wandré rispetto agli altri imprenditori italiani dell’epoca era, a mio parere, legata alle motivazioni che spinsero personaggi come Pigini, Crucianelli, Quagliardi e tutta la dinastia di Castelfidardo a costruire strumenti musicali – in qualche modo dinasticamente predestinati fin dalla nascita. In Wandrè vi scorgiamo invece un’ “urgenza poetica” nel progettare, innovare e personalizzare i suoi strumenti. Come se Wandré abbia inteso vivere la sua vita secondo quella definizione che vede “l’arte come religione della libertà”.

L’accento sulla E all’anagrafe risulta grave. Per anni lo abbiamo scritto acuto avendo come unica fonte la firma del logo e delle palette in cui sembra decisamente acuto. Nello spirito wandreiano l’abbiamo scritto a volte in un modo a volte in un altro, non sapendoci decidere quale sia il più corretto, divisi tra le istituzioni e la libertà.

Gli strumenti

Su questo sito possiamo solo dare conto di qualche chitarra di Wandrè sapendo che gli strumenti musicali furono solo una parentesi della sua esistenza consacrata alla vita e all’arte. Una parentesi che tuttavia raggiunse una tiratura di circa 70.000 strumenti distribuiti in tutto il mondo che suonava il rock’n’roll. Ufo, dischi volanti, animali e sculture, plastica e alluminio, pochissimo legno, moltissimi colori. Per tutte le informazioni c’è il libro di Marco Ballestri, un’opera così completa e accurata che non possiamo far altro che raccomandarne l’acquisto. Alla luce delle sue conclusioni ci limitiamo a riorganizzare l’archivio  e a prendere in prestito le cinque fasi in cui è possibile suddividere la vita e le opere di Wandrè.

  • {{content-0}}
  • 1939-1957 Apprendistato nella bottega paterna.
  • 1957-1960 Collaborazione con Meazzi e Davoli. I contrabbassi e le chitarre BB, Rock and Roll, Waid, Selene, Spazial, Oval, Blue Jeans e Piper, chitarre hawaiane
  • 1960-1963 Nuova società. Trasferimento nella Fabbrica Rotonda. Si aggiungono: BJ Major, Roby, Rock, Bikini, Twist.
  • 1963-1967 Nascita ditta individuale Wandré e scioglimento società. Nascono la Polyphon, Tigre, Cobra e Etrurian e Scarabeo.
  • 1967-1968 Affiliazione con la Reggio Impex per la distribuzione. Nascono i modelli Mini e Psychedelic Sound

Una delle prime chitarre di Wandré